Il trolley

§ 1 – A sinistra del PD. C’è uno spazio politico ed elettorale alla sinistra del PD? Uno spazio “più a sinistra” in Italia c’è sempre stato, ma la catastrofica epopea di Matteo Renzi l’ha senz’altro allargato, avendo spostato a destra l’asse del partito. So bene, ovviamente, che c’è tutta una scuola di pensiero secondoContinua a leggere “Il trolley”

Il pugno del MoVimento

L’arresto a Roma di Raffaele Marra ha offerto la possibilità ai media di fare molta polvere, questo post è un piccolo contributo al dibattito, in 8 punti. Non è vero che il MoVimento 5 Stelle si è presentato come quello che avrebbe portato nelle istituzioni solo gli onesti. Il povero Beppe Grillo ha passato laContinua a leggere “Il pugno del MoVimento”

Il fossato

“Qui non si fa politica, qui si lavora” è uno dei più famosi motti che il fascismo disseminò sui muri d’Italia. E in effetti gli italiani passarono il ventennio fascista senza fare politica, per poi, però, risvegliarsi tra le macerie, chi ebbe la fortuna di risvegliarsi. Ottant’anni dopo, complice una classe politica deplorevole, la maggioranzaContinua a leggere “Il fossato”

Chi ha più visto Beppe Grillo?

La figura di Beppe Grillo sembra a poco a poco svanire dalla scena pubblica italiana, e a quanto pare con grande soddisfazione di molti. A giudicare dalle performance più recenti di Crozza e del Canale televisivo che lo ospita sembrerebbe addirittura che, adesso che il Beppe si è messo da parte, una riconciliazione tra grilliniContinua a leggere “Chi ha più visto Beppe Grillo?”

I numeri che contano

In politica i numeri contano, come in economia e in tante altre attività umane. L’inaspettato successo elettorale del MoVimento 5 Stelle alle politiche del 2013 si concretizzò per esempio in un certo numero di parlamentari eletti, il che significò in parallelo il pensionamento anticipato per un identico numero di mancati parlamentari di altre forze politiche.Continua a leggere “I numeri che contano”

Ma un altro Aventino non ci sarà

Si vive una strana atmosfera in quest’autunno italiano. Da una parte ci sono i renzianissimi, quelli che Renzi ormai ha ammazzato tutti i nemici interni e esterni e si erge inarrestabile verso il futuro, con la Nazione al seguito. Dall’altra parte ci sono tutti gli altri, che però, secondo la vulgata renziana, non fanno testo.Continua a leggere “Ma un altro Aventino non ci sarà”

Sindacati

La Romagna, come la Sicilia, è terra di cantastorie, che una volta raccontavano le gesta del “Passator cortese“. Oggi, in piena era internet, il duo “Formazione minima” riprende la tradizione, ma affrontando temi più attuali (e guadagnandosi così una chiamata alla kermesse 5 Stelle del Circo Massimo di quest’ottobre 2014). Prendetevi tutti i 3 minutiContinua a leggere “Sindacati”

I limiti della maggioranza

Una cosa che Berlusconi non ha mai capito è che in una democrazia governa la maggioranza, ma la maggioranza non può fare quello che vuole e in particolare non può abolire la democrazia. In tutte le democrazie moderne, quelle nate dopo la Rivoluzione Francese, esistono organi di controllo non direttamente elettivi a salvaguardia dei principiContinua a leggere “I limiti della maggioranza”

L'estinzione inesorabile

Nel post “I freddi numeri” avevo svolto un’analisi comparativa delle Europee 2014 rispetto al 2009 mostrando da dove arrivassero i voti al MoVimento 5 Stelle che cinque anni fa non aveva partecipato a queste elezioni. Risultati sorprendenti che facevano capire quale sconvolgimento abbia creato il M5S nel panorama politico italiano della Seconda Repubblica del fintoContinua a leggere “L'estinzione inesorabile”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito