La privacy nell'era dei social

Allo scadere del primo anno di insediamento all’interno del consiglio comunale di Pisa è stata organizzata una conferenza stampa durante la quale la presidenza del consiglio darà alcune cifre, fra di esse il numero delle mozioni, degli atti ispettivi e alcune ricorrenze. Fra le ricorrenze c’è stato il compimento dei miei 40 anni, curiosamente hoContinua a leggere “La privacy nell'era dei social”

Intermezzo musicale: "Questo è un grande Paese" (Lo Stato Sociale e Piotta)

Se magna bè, se beve bè, si sta yeah yeah Se magna bè, se beve bè, si sta yeah yeah Vieni da noi, questo è un grande paese se ci nasci non hai diritti se ci muori funerali di Stato vieni, una volta qui era tutto champagne da noi, la destra e la sinistra nonContinua a leggere “Intermezzo musicale: "Questo è un grande Paese" (Lo Stato Sociale e Piotta)”

Fuori controllo… ma si pensa ad altro.

La lotta per la messa in sicurezza del debito pubblico italiano è da tempo persa. Il punto di non ritorno è già stato superato, ma l’ostinazione dei governanti italici, in ossequio al diktat della troika europea, è inscalfibile. Eurostat ha certificato il dato “mostruoso” che nel primo trimestre del 2014 in Italia il rapporto traContinua a leggere “Fuori controllo… ma si pensa ad altro.”

L'agorà in piazza e la rivoluzione culturale

Domenica 20 a Tirrenia si è tenuto un Agorà 5 Stelle il momento in cui i politici del MoVimento incontrano i cittadini nella piazza dal greco raccogliere- radunare. Di Agorà i nostri parlamentari ne hanno fatte in gran quantità, in particolare hanno dato un accelerata quando sono stati espulsi dall’aula per aver occupato i tettiContinua a leggere “L'agorà in piazza e la rivoluzione culturale”

La guerra delle piattaforme

La nostra è la società dell’immagine (in tutti i sensi) e ormai da tempo le dotte disquisizioni sul linguaggio non verbale non sono più circoscritte agli specialisti della materia. Eppure la parola, tra gli umani, conserva tutta la sua storica importanza. Benchè periferico rispetto all’inglese e soprattutto al cinese, l’italiano tutto sommato è ancora traContinua a leggere “La guerra delle piattaforme”

L'estinzione inesorabile

Nel post “I freddi numeri” avevo svolto un’analisi comparativa delle Europee 2014 rispetto al 2009 mostrando da dove arrivassero i voti al MoVimento 5 Stelle che cinque anni fa non aveva partecipato a queste elezioni. Risultati sorprendenti che facevano capire quale sconvolgimento abbia creato il M5S nel panorama politico italiano della Seconda Repubblica del fintoContinua a leggere “L'estinzione inesorabile”

Dettagli

Lo “storico” giornalista Giulietto Chiesa, divenuto famoso molti anni fa come aedo della perestrojka, è un simpatico signore piemontese d’altri tempi dall’avventurosa vita politica. Alle elezioni del 2013 consigliò il voto al MoVimento 5 Stelle (o in alternativa alla lista Ingroia) e venne a dirlo anche a Pisa, in una serata che contribuimmo a organizzareContinua a leggere “Dettagli”

Causa ed effetto

Il più grande attentato alla democrazia italiana è stato ingenerare nei cittadini, progressivamente, la convinzione che votare non serva a nulla e la Politica sia una variabile esogena della società. In un panorama di finto bipolarismo muscolare, ma di sostanziale inciucio perenne del sistema partitocratico (dall’estrema destra alla sinistra massimalista), questo aveva certamente il suoContinua a leggere “Causa ed effetto”

Sunset Boulevard (Viale del Tramonto)

Nel mondo anglosassone il conflitto d’interessi vede contrapposti l’interesse pubblico e quello privato di una persona, in Italia quello privato di una famiglia. Familismo amorale, lo definì nel 1958 il politologo statunitense Edward C. Banfield, ma l’italiano è tale prima di tutto perché tiene famiglia, anche se negli ultimi decenni il concetto di famiglia siContinua a leggere “Sunset Boulevard (Viale del Tramonto)”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito